Archivi categoria: ercolino

Oggi è festa Ercolino: razione doppia!

ercolino1

Me lo ricordo ancora il giorno che arrivò a casa mia. Era il primo febbraio 2014 e faceva freddo. Ero al lavoro,  in pausa pranzo passai a casa della collega che se lo era portato su da Padova fino a Belluno.

Era un pezzettino piccino piccio’ col pelo nero e miagolava in continuazione.

Mi fu consegnato con un trasportino color cremino (beige e marrone), adagiato su tranci di plaid a quadri, con una copertina bianca in pile come dono, un vassoietto di croccantini e una medicina contro i vermi.

A casa avevo già preparato tutto. La cuccetta con il cuscino,  le pappe acquistate qualche giorno prima insieme alle coppette col fondo antiscivolo decorate con le impronte delle zampine e la lettiera coperta

Mentre attraversavo la piazza con il trasportino, era sabato, giorno di mercato, miagolava come se stesse andando al patibolo.

Sì chiamava già Ercolino.  Lo avevo battezzato così vedendolo in foto,  piccino come uno scricciolo, in segno di augurio.  A riguardarla oggi, quella foto, ci vedo tutto ciò che poi è stato.

ercolino0

Il muso serio di un gattino che conosce le brutture della vita e che le affronta con delicatezza e senza troppe pretese. E tanto altro

Ma allora non lo sapevo. Non sapevo che cosa c’era in quel trasportino,  chi fosse quel gattino sconosciuto e come avrebbe modificato la mia beata e indipendente solitudine.

Non so quanto dipenda dal carattere di Ercolino e quanto dal mio.

In un anno abbiamo costruito un ménage fatto di piccole abitudini, tutte nostre. E ora Ercolino è un gattino quasi modello. Non mi sveglia la mattina presto, anzi continua a dormire finché non mi alzo io. A volte anche tardi. mangia tutto quello che gli preparo, compresa la meravigliosa pappa fatta in casa con riso (e ora anche miglio) carote e merluzzo, permettendomi oltre che di tirarlo su sano, anche di risparmiare un bel po’ sulla spesa. che poi si fa il pari con i croccantini di diamanti per gatti sterilizzati

ercolino

Ma per qualche settimana Ercolino è rimasto un estraneo per me.

Lo vivevo con dubbi e sospetti, quasi

Mi farà dormire? Sarà agitato? Sporcherà?

Poi c’è stato un momento in cui la marcia si è ingranata. e abbiamo cominciato ad andare a ritmo

Io mi sono innamorata sempre più. E così ha fatto anche lui. Che, povero piccolo, ne aveva da superarne di barriere

(E’ ancora uno dei gatti più paurosi che abbia mai conosciuto. anche se non quando è con me)

ercolino

Se non si conosce (e lui non si fa conoscere molto) è difficile raccontare Ercolino.

Un amico, uno dei rari che ne ha avuto la fortuna, una volta ha detto, paragonandolo al suo gatto.

“Ercolino è diverso. Lui è un essere umano che ha scelto di rinascere gatto. si vede dagli occhi”

Lo avevo pensato anche io, pur non trovando il coraggio di esprimerlo

In questo anno, da quando è arrivato, siamo stati sempre insieme, eccetto pochi giorni miei di vacanza

Oggi non saprei immaginare la mia vita senza di lui. E mi accorgo ogni giorno di quanto la sua presenza influenzi la mia vita e modelli il mio carattere.

In un anno, ma anche meno, mi sono trasformata in una donna single con gatto.

Anche questo è uno status.

Guardato con sospetto (da qualcuno), lo so, ma che posso farci

ercolino

Qualche tempo fa un conoscente che non vedevo da un po’, salutandomi per strada, mi ha chiesto se mi fossi sposata e avessi avuto figli.

“Ma perché? ” si è chiesto guardandomi con aria dispiaciuta e con gli occhi pieni di compassione

per tirarlo un po’ su gli ho detto ridendo

“Comunque una novità c’è: ho preso un gatto”

Non credo abbia colto la battuta

Anzi, mi ha guardato anche peggio

con pancor iù commiserazione

Ercolino Ercolino,  anima mia tesoro di mamma

Non ci preoccupiamo

noi stiamo bene cosi

E siccome oggi è la tua festa ti do una bella notizia

Croccantini premio!

Razione doppia, of course

20140509_082552

Annunci

2 commenti

Archiviato in ercolino

Le avventure di Ercolino – un misterioso shock

Ogni volta che si torna da un viaggio, Ercolino, il mio gatto, manifesta un cambiamento

Quest’estate fu un atteggiamento più dipendente e affettuoso nei miei confronti, oserei dire quasi grato

Stavolta ha ricominciato a stendersi sopra di me quando sono sul divano, cosa che non faceva da quando era un cuccioletto grande come un soldo di cacio

Non so da che cosa dipendano queste novità. Le registro e le apprezzo

Ogni variazione ha le sue piccole conseguenze nella convivenza quotidiana

Ora, pensando che a lui faccia piacere, e fa piacere anche a me ovvio, stendersi sulla mia pancia o sul mio petto, cerco di leggere più sul divano che seduta al tavolo

Recentemente è stata introdotta anche un’altra novità, quella del cibo premio

Avevo già comprato da alcuni mesi delle “caramelle” per gatti, ma le avevo lasciate nella loro scatola non sapendo in quali occasioni premiare Ercolino che, francamente, a parte alcuni rari episodi, si comporta sempre in modo ineccepibile

Ho riflettuto proprio su questo aspetto

Quando torno a casa dal lavoro lui mi fa le feste ed è contento di vedermi, la casa è tutta a posto, a parte il tappeto sul quale si arrotola, non combina mai disastri pur stando tutto il giorno da solo

Allora ho cominciato a premiarlo per tutto questo

Lo accarezzo sul pancino, che lui mi offre stendendosi a terra a pancia all’aria, e gli dico “bravo, bravo Ercolino che sei stato tutto il giorno a casa da solo ad aspettarmi”

“Bravo Ercolino”

Poi vado in cucina, prendo la scatolina degli snack e la agito

Lui, attratto dal rumore, salta come un lampo sul tavolinetto di legno sotto al quale c’è la sua pappa e mi guarda speranzoso aspettando il premio che poi divora in un  baleno

Questa consuetudine in breve tempo ha però perso lo spirito per il quale era stata instaurata

Adesso, basta che apra la porta per mettere fuori le immondizie, che scenda un attimo in cantina o a fare la spesa, Ercolino, non appena rientro in casa, salta sul tavolinetto e pensa di meritarsi il  premio

Che arriva subito, ovvio. Ci mancherebbe

La stessa cosa succede anche al risveglio

Mi alzo, vado in cucina, e lui zac balza sul tavolino a pretendere il super croccantino

I premi sono di diverso tipo

Ci sono degli stick morbidi che spezzetto in bocconcini a più riprese che gli piacciono tantissimo

Dei croccantini super saporiti venduti in una confezione di plastica dalla forma del muso di un gatto che lo fanno impazzire

Ultimamente alterno anche con una marca da supermercato di croccantini da gatto castrato che lui mostra di apprezzare tantissimo

Sicuramente molto di più di quelli, costosissimi, che gli compro nei negozi specializzati

Chissà però se il suo comportamento più affettuoso e coccolone dipende da quanto successo in Toscana per le vacanze di Natale

Come al solito, appena arrivati, Ercolino è uscito dalla sua gabbietta per andare a esplorare la campagna intorno casa

La prima sera il giro è stato breve

Il secondo giorno è sgattaiolato di corsa fuori dall’uscio alle prime luci dell’alba per rientrare con il sole ormai tramontato

Il terzo è uscito sempre presto al mattino ma ha fatto rientro un po’ prima del solito nel pomeriggio

Intorno alle 5, 5.30 era già fuori dalla porta che aspettava di entrare in casa

Una volta dentro, poi, ha iniziato a guardarsi intorno con circospezione, impaurito, con le orecchie ritte e la coda tesa

Terrorizzato da chissà quale esperienza vissuta là fuori

Nei giorni successivi non si è quasi mosso da camera mia, anzi dalla finestra di camera mia, rimanendo a dormire sul davanzale interno, fra il vetro e la tenda, calata, con qualche rara eccezione giusto per raggiungere il vassoio della pappa in cucina o il mio letto durante la notte

Per il resto, fermo, immobile, impaurito chissà da quale orrendo incontro avvenuto, a mia insaputa, nella vasta campagna toscana

Solo il giorno prima della partenza, quello di Natale, è voluto uscire di nuovo

Quando io mi ero ormai già illusa che il mattino successivo non avrei avuto nessun problema a rintracciarlo per prepararlo per il viaggio
Poi in qualche modo ho fatto
L’ho gabbato appena sveglio, impedendogli di andare fuori, nonostante i suoi insistenti miagolii, e dandogli subito un po’ di sonnifero

Dopo il viaggio è tornato tutto come prima

Ma con qualche richiesta di coccole in più
Che male non fanno

2 commenti

Archiviato in ercolino