È La Merda, Bellezza…

Costretta a fare sesso da un handicappato

A tredici anni

Dietro alle macchine dei professori nel cortile della scuola

Una rossa una blu una rossa

Con la paura di essere vista dai compagni con quello lì

E poi gli fa anche il verso

Come si fa il verso a un handicappato

Con la voce soffocata la testa all’indietro e il mento all’insù

È la parte più dissacrante dello spettacolo (lLa Merda, di Cristian Ceresoli, interpretato da Silvia Gallerano) secondo me

Quando l’attrice,  sola sul palco, nuda, con le cosce grosse il seno un po’ cadente e la bocca orrendamente dipinta di rosso, spalancata e distorta in una smorfia perenne

Ha raccontato l’episodio

Con la voce impostata da ragazzina deficiente

Oddio, più che deficiente forse un po’ perbenista

Quel tono da se fosse per me io non lo avrei mai fatto ma ci sono stata costretta

Quella che io non sarei così ma è la società che mi trasforma

Ma accusa un handicappato di averla costretta a far sesso

Ha rotto il tabù

Attenzione

Anche gli handicappati sono stronzi

Ergo

Anche gli handicappati sono persone

Che pensano hanno istinti sbagliano e fanno del male

Non solo vittime

Non solo handicappati

Questo spettacolo se fossi un handicappato

E chi dice che non lo sia

Lo urlerei in faccia al mondo

Quando il buono, il politically correct

Abbassa la voce, e gli occhi, perché non si dice, non si fa

E nemmeno si pensa

Nega la persona handicappata

Lo uccide come essere umano

Lo nasconde dietro il paravento dell’handicap

Lo trasforma in una povera vittima da compatire

E basta

Niente sentimenti niente istinti solo l’handicap

Voce bassa e occhi a terra

Compassione, pietà

Nessun diritto a esistere di per sé

E invece questa qua, nuda e con le cosce grosse, e con il triangolo nero, isoscele, come negli anni ’70, prima delle brasiliane delle depilate del filino verticale o del triangolino smussato

Urla facendogli il verso

All’handicappato

Poi c’era tutto il resto

La trasformazione della società

Che ti trasforma

E tu che vuoi trasformarti secondo modelli imposti

E tutto è merda

E tu vivi nella merda e mangi la tua merda

Pasolini lo aveva previsto

Raccontato

Dove eravamo rimasti?

Ah già,  Salò o le 120 giornate di Sodoma

Mangiavano merda

E polpette di chiodi

Partendo dalla Ricotta,  forse

Con quel povero cristo che muore di indigestione

Noi poi lo abbiamo fatto

In quarant’anni

La ragazza con la vocina spezzata da deficiente e la bocca rossa, rossa e spalancata

Così oscena e provocatoria, con le sue smorfie da piccola ipocrita

Più della nudità

Ce lo racconta

La ragazza che vuole farcela

Vuole diventare qualcuno

E c’è il padre, morto, e i suoi insegnamenti sull’Italia

Fatta da uomini bassi e con la camicia rossa

C’è la pubblicità,  la tv

L’inadeguatezza e la voglia di superarla

Di trasformarsi in ciò che non si è

Per essere come ci vogliono

Successo

E divani

Passaggi obbligati ma senza garanzia

Non c’è un filo logico, lineare

Né nel racconto teatrale

Né in questo racconto

La traccia da seguire, forse, è proprio quella dell’intestino

Contorta

Aggrovigliata su sé stessa

E piena di merda

Appunto

Ps: A teatro quella sera c’era qualcuno che indossava un profumo delicatissimo

Una specie di opium leggero leggero

Io lo assocero’ sempre a questo spettacolo

Se mai dovessi risentirlo

Per fortuna

http://oubliettemagazine.com/2014/03/13/la-merda-monologo-di-cristian-ceresoli-interpretato-da-silvia-gallerano-a-milano/

Annunci

1 Commento

Archiviato in articolo

Una risposta a “È La Merda, Bellezza…

  1. Mi hai fatto venire i brividi! Non so se per la storia o per la passione che hai messo nel raccontarla o proprio per come l’hai raccontata…non so se per piacere, per l’emozione che mi hai trasmesso o per cos’altro…so solo che ho i brividi, ma non mi dispiace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...