come un neonato

mi chiedo a che cosa penserà un neonato quando sta nella sua culla guardando il mondo nuovo con occhi sfocati

me lo chiedo così, perché sono a casa, malata e non ho niente da fare
i dolori si sono attenuati, così come il raffreddore e il mal di gola, e me ne sto tranquilla a letto, distesa, senza fare niente

il vuoto, la mancanza di cose da fare, abbastanza inusuale, mi fa pensare a come si possa sentire un bambino piccolo appena nato con il niente dietro e il tutto davanti
ma senza saperlo
non sa di avere del tempo da riempire
non sa che a una certa ora dovrà mangiare
semplicemente avrà fame
non deciderà di andare a dormire
si addormenterà
e non sa ancora che gli piacerà giocare
correre saltare
che succhierà il seno della madre o il biberon
non conosce gioie né dolori
pensieri, preoccupazioni, problemi

o forse a ben pensare ha già vissuto il dolore e la gioia più grandi
l’essere nato
aver abbandonato quello stato morbido di quiete dove c’erano solo lui e il movimento della vita
ma non era solo

dopo sì
conoscerà la solitudine la rabbia
la fame la stanchezza
il dolore fisico la paura
anche la gioia il sorriso
l’affetto il calore
la serenità e l’allegria
ma finché è lì, piccolo, nella culla
tutto è ancora da scrivere

poi passeranno altre persone
ai volti familiari di mamma e babbo, ai loro odori, al suono delle loro voci, si aggiungeranno quelli di altri

qualcuna alzerà la voce per mostrare entusiasmo
qualcun altro avrà un profumo pungente e fastidioso
un’altra farà la vocetta leziosa
un altro agiterà un sonaglino
e così il piccolo inizierà a immagazzinare i primi pensieri sul mondo che lo circonda
a dividere il buono dal cattivo
il bello dal brutto
il piacevole dal fastidioso

e dopo sarà sempre più un caos
un caos infinito

La luce gira, non si ode un suono
Blu verde bianco
Blu verde bianco

lì, nella culla senza tempo, senza pensieri e senza passato
con un futuro tutto bianco da costruire ma senza deciderlo

vorrei restare

Annunci

6 commenti

Archiviato in Uncategorized

6 risposte a “come un neonato

  1. paola_Surfy

    Chi non lo vorrebbe…. Ma chissà…anche lui avrà i suoi crucci, commisurati all’età. Le Hawaii, per chi ci vive, non sono un paradiso (Clooney docet)

  2. Ma vive alle Hawaii Clooney?
    Beh, insomma… Mentre ci stai magari non te ne accorgi, ma quando ti sposti si’ eh…
    🙂

  3. paola_Surfy

    Vai a vedere Paradiso amaro (o leggilo)

  4. Ah, ok! Un riferimento attualissimo allora…

  5. Piergiorgio Dell'Agostin

    E’ Belluno che, con le sue montagne attorno, pare essere il grembo della mamma. E’ Belluno che, per questo, accoglie protegge non lascia scappare.

  6. beh, lettura interessante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...